Ciociaria Terra dei Cammini

Consigli per il viaggio

CIOCIARIA TERRA DEI CAMMINI

Consigli per il viaggio

La scelta dell'equipaggiamento è condizionata dal fatto che ogni oggetto e ogni indumento ha un peso, magari modesto, ma che complessivamente contribuisce a produrre un carico da sostenere e che può essere percepito come eccessivo. La cosa veramente importante è quindi capire la differenza cosa sia utile, necessario e indispensabile portare con sè. Il bagaglio in realtà dovrebbe essere costituito solamente da ciò che si ritiene veramente INDISPENSABILE.

Ognuno di noi ha un metodo di giudizio personale, ulteriormente condizionato dalla resistenza fisica alla fatica che, ovviamente, non è uguale per tutti. Ecco dunque una lista che forse può aiutare nelle decisioni:

ZAINO : Evitare gli zainetti di scuola o da mare, che dopo un paio d'ore potrebbero recare fastidio alle spalle e diventare una tortura. Per evitare di affaticarsi troppo, il peso dello zaino non dovrebbe mai superare i 9/10 Kg, scorte di acqua comprese.

SCARPE: Il 70% del percorso sarà su strada rotabile, quindi molto più "dura" e "calda" rispetto ai sentieri e alle sterrate. Si consiglia quindi una calzatura comoda e morbida, meglio se da "running", oppure si potrebbe alternare l'uso di scarponcini da trekking (alti a protezione della caviglia, con suola Vibram) per i sentieri e i percorsi sterrati, a quello di una scarpa da ginnastica, o "sandali da trekking", per i tratti in asfalto. Per evitare la formazione di vesciche occorre che il piede non scivoli all'interno della scarpa e che le scarpe siano ben allacciate. NON UTILIZZARE SCARPE NUOVE E MAI INDOSSATE!

CALZE: Le calze sono molto importanti. Il consiglio è di utilizzare calze tecniche, lavandole ogni giorno per indossarle pulite all'inizio di ogni tappa. Se la temperatura del fondo stradale dovesse diventare eccessivamente alta, sarebbe opportuno addirittura cambiarle a metà giornata.

ABBIGLIAMENTO: Non esagerare nella quantità di cambi da portare perchè essa sarà determinante sul peso complessivo dello zaino. Un cambio completo, un maglioncino in "pile" non troppo pesante, un cappello per il sole, un poncho per la pioggia: ecco l'abbigliamento veramente necessario . Sconsigliate le mantelline per la pioggia: tengono fuori l'acqua ma non permettono la traspirazione aumentando di conseguenza la sudorazione; le gocce di pioggia, inoltre, scivoleranno lungo la mantella e se non si è muniti di un copripantalone, finiranno direttamente nelle scarpe. La pioggia renderà sicuramente il cammino più disagevole, importante essere pronti psicologicamente ad affrontarla.

ACCESSORI: Racchette da trekking o il 'bordone' (bastone), un coltellino, meglio se "svizzero"; sacco a pelo leggero. Utile anche un mini kit di 'pronto soccorso' che contenga: ago e filo, cerotti per le vesciche, "betadine" per disinfettare e cicatrizzare le ferite, aspirine, un tubetto di pomata contro le punture di insetti, una torcia elettrica. Buon Cammino!